sabato 30 aprile 2011

725.000 euro di avanzo all'Unione Comunale: ridistribuiamolo a chi non gli avanza nulla a fine mese

Nei periodi di crisi, bisogna aggiungere sforzi straordinari alla gestione ordinaria. Le risorse del Fondo Sociale per l'Affitto sono incredibilmente limitate, ovviamente non per responsabilità del Comune o dell'Unione Comunale, ma davanti ad una situazione di questo tipo, non si può semplicemente alzare le braccia e sperare che la FOndazione faccia la carità.
In periodi di crisi, avanzi di gestione di questo tipo devono contribuire ad alleviare le difficoltà delle persone a basso reddito, per dare corpo ad un diritto fondamentale, quello alla casa.

Carpi, 29 aprile 2011

Al Presidente del Consiglio Comunale
Al Sindaco

Oggetto: Proposta di mozione per destinare l’avanzo di gestione dell’Unione Terre d’Argine al Fondo per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione

Visto

- La delibera consiliare di approvazione del Bilancio Consuntivo dell’Unione Terre d’Argine che riporta un avazo di gestione per 725.000 euro


Considerato

Il perdurare della situazione di grave crisi economica, la progressiva e grave perdita di potere d’acquisto a carico dei redditi da lavoro dipendente e da pensione e il continuo aggravarsi della situazione occupazionale, tutti fattori che incidono pesantemente sui redditi delle persone e sulla coesione sociale del nostro territorio

L’esiguità degli importi erogati agli aventi diritto, in alcuni casi pari od inferiori agli € 100 una tantum a fronte di canoni di affitto di diverse migliaia di euro

Il Consiglio Comunale di Carpi impegna la Giunta

A farsi portatrice in sede di Unione Terre d’Argine della richiesta di destinare il 50% dell’avanzo di gestione 2010 ad integrazione del Fondo per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione.