martedì 18 ottobre 2011

Bilancio in Comune: i cittadini ci dettano le priorità


Ieri sera si è tenuto il primo esperimento di assemblea partecipata per scegliere le priorità su cui concentrare le nostre proposte in vista del bilancio di previsione 2012 del Comune di Carpi.
Una trentina di persone hanno affrontato in gran parte per la prima volta, il tema non facile del bilancio comunale, hanno espresso le loro idee a riguardo e le hanno sottoposte al vaglio degli altri partecipanti.
L’assemblea ha deciso quali temi discutere per primi e alla fine ha espresso il proprio voto su 7 delle oltre venti proposte raccolte, sulle quali ora ci dovremo impegnare, nelle prossime settimane, per trasformarle in emendamenti al bilancio o ordini del giorno, sempre con il contributo di tutti quelli che vorranno partecipare ai prossimi incontri.

Risparmio energetico, non finanziare con oneri di urbanizzazione la spesa corrente e investire sul diritto alla casa sono i tre temi più votati.
Molte anche le indicazioni per temi non strettamente attinenti al bilancio, in sintesi un ottimo esperimento di partecipazione, che ripeteremo con ogni probabilità a novembre e poi a dibattito sul bilancio avviato in consiglio comunale.
Di seguito i risultati della prima serata, dei temi ovviamente riportiamo solo i “titoli”.
Perdonate la sintesi ma siamo solo all’inizio (ed è già comunque molto di più di quel che ci fece vedere la Giunta circa le indicazioni raccolte dai cittadini nel 2010 con la campagna Bilancio Insieme, che nessuno ha mai “svelato”...)


Proposta
Favorevoli
Risparmio energetico (Investimenti per aumentare l’efficienza degli edifici  comunali)
29
Non usare gli oneri di urbanizzazione per finanziare spesa corrente
23
Portare la media di Carpi degli alloggi popolari per abitante almeno alla media provinciale 
22
Politiche di riduzione dei rifiuti
21
Maggiori investimenti a favore dei servizi scolastici (trasporti per le classi, insegnanti di sostegno, informatizzazione, servizi mensa...)
21
Politiche antiprecarietà per i lavoratori nei servizi comunali
20
Iniziative per il risparmio energetico dedicate ai privati (Incentivi, maggiore comunicazione, possibili detrazioni...)
16