sabato 24 marzo 2012

Le nostre proposte sul bilancio 2012. Presentati oggi gli emendamenti di Carpi 5 Stelle e Rifondazione

Le nostre proposte sul bilancio 2012.  Presentati oggi gli emendamenti di Carpi 5 Stelle e Rifondazione

Abbiamo inviato oggi le nostre proposte di emendamento al bilancio 2012 del Comune di Carpi, cercando di rispondere al massimo alle sollecitazioni venute dagli incontri con i cittadini durante le iniziative che abbiamo chiamato "Bilancio in Comune".

Purtroppo, il primo dato rilevato dai quei cittadini che hanno voluto provare a "mettere mano" su come vengono spesi i soldi del comune è che l'impianto delle normative istituzionali oggi in Italia e lo scippo democratico costituito dallo statuto dell'Unione dei Comuni sono fatti apposta per impedire ai cittadini stessi e ai loro rappresentanti nei consigli comunali di poter svolgere un vero lavoro di controllo e indirizzo.

Non ci siamo però voluti arrendere e abbiamo più e più volte fatto circolare all'interno delle nostre mailing list, dopo quegli incontri pubblici, le diverse ipotesi per cercare di riallocare spese ed entrate del comune, per mandare almeno segnali di maggior giustizia sociale, sostenibilità ambientale, impregno verso la trasparenza.

Le nostre proposte, che trovate in allegato, rispondo a queste esigenze:

1)Ridurre i costi della politica

2)Destinare risorse per l'edilizia sociale e popolare, senza consumare altro territorio, essendo il diritto alla casa la principale emergenza sociale di questo comune.

3)Tutelare i redditi più bassi, calando la prima aliquota IRPEF

4)Reperire le risorse necessarie per razionalizzare le spese energetiche fuori controllo della macchina comunale e investire in energie rinnovabili

5)Tutelare i posti di lavoro dei lavoratori in appalto alla Loria

6)Creare un fondo rotativo per finanziare imprese giovanili o di lavoratori licenziati o in mobilità da imprese in crisi.

Avremmo voluto fare anche altro, ma la massa di risorse sprecate da questa amministrazione in passato in investimenti in asfalto e mattoni, fatti sempre con un occhio di riguardo per gli interessi studi di progettazione e imprese realizzatrici con i soldi dei contribuenti (sovrappasso di Fossoli, biblioteca Loria, ostello, stadio. ecc) ci impediscono di recuperare le risorse necessarie per un calo delle aliquote IMU sulla prima casa e su misure più incisive a favore dell'ambiente e del sociale.

Non mancheremo di rimarcarlo nel corso del prossimo dibattito in consiglio comunale sul bilancio, previsto per giovedì 29 marzo.


Carpi,24 marzo2011

Al Presidente del Consiglio Comunale

Al Sindaco

*Emendamento 1 al Bilancio di Previsione del Comune di Carpi- Spese Correnti*


-Riduzione di 1 unità del numero degli assessori per un risparmio quantificabile in circa 30.000€ annui

- Le risorse ricavate dalla riduzione di spesa andranno destinate a integrazione delle misure a sostegno del progetto "La casa nella rete"

*Emendamento 2 al Bilancio di Previsione del Comune di Carpi- Spese Correnti*

Si propone di modificare l'applicazione dell'addizionale comunale IRPEF come segue:

Fascia di esenzione: per redditi fino a 8000€
Scaglione di reddito da 0 - 15.000€ aliquota 0,45%(da applicare per i redditi superiori a 8.000).
Scaglione di reddito da 15.000-28.000€ aliquota 0,5%
Scaglione di reddito da 28.000-55.000€ aliquota 0,65%:
Scaglione di reddito da 55.000-75.000€ aliquota 0,75%
Scaglione di reddito oltre 75.000€ aliquota 0,80%

Le risorse ricavate dalla modifica delle aliquote, quantificabili in circa 45.000€ andranno destinate a integrazione delle misure a sostegno del progetto "La casa nella rete"

*Emendamento 1 al Bilancio di Previsione del Comune di Carpi- Spese Conto Capitale*

- Rinvio all'esercizio successivo della valorizzazione del reperto murario dell'antica cinta urbana (ID 6060 del Programma Triennale dei Lavori Pubblici) per un risparmio di 300.000€

- La somma dovrà essere utilizzata per un programma che rafforzi le azioni di risparmio energetico per edifici comunali e/o illuminazione pubblica o in impianti di produzione di energie rinnovabili

*Emendamento 2 al Bilancio di Previsione del Comune di Carpi- Spese Conto Capitale*

- Razionalizzazione dei requisiti dimensionali previsti per i nuovi magazzini comunali e relativa riduzione dell'importo previsto (ID 5840 del Programma Triennale dei Lavori Pubblici) a 2,0 milioni di euro per un risparmio di 500.000€

La somma dovrà essere utilizzata come segue:

- 200.000€ per il ripristino dl'appalto per servizi di gestione della Biblioteca Loria nelle medesime condizioni di quello in scadenza al 31 marzo

- 150.000€ per la creazione di un fondo rotativo a favore dell'avvio di nuove imprese, con particolare riguardo a imprese giovanili o gestite da lavoratrici e lavoratori di aziende in condizioni di crisi

*Quota da destinare alla spesa corrente (titolo 1) da oneri di urbanizzazione: 350.000€*

**

- 150.000€ per un programma che rafforzi le azioni di risparmio energetico per edifici comunali e/o illuminazione pubblica o in impianti di produzione di energie rinnovabili

*Emendamento 3 al Bilancio di Previsione del Comune di Carpi- Spese Conto Capitale*

- Rinvio al prossimo esercizio dell'avvio dei lavori per la ristrutturazione del Torrione degli Spagnoli (ID 5410 del Programma Triennale dei Lavori Pubblici) per un risparmio di 650.000€

- La somma dovrà essere utilizzata per l'acquisto di unità abitative disponibili sul mercato, senza ricorrere a nuove costruzioni, da destinare a programmi di edilizia sociale o popolare