martedì 1 maggio 2012

A Novi per il Primo Maggio "non si parla di politica"...

Per cosa hanno combattuto partigiani e movimento dei lavoratori? Per l'affermazione in Italia di diritti civili e politici.
Qual'è la principale manifestazione di questi principi? La partecipazione alla vita istituzionale attraverso elezioni democratiche.
Per la Sindaca Turci, a Novi, tutto questo perde di senso: "Qui non si parla di politica" è il sunto dell'ordinanza emessa che sospende la campagna elettorale durante le principali festività civili e religiose.
Il divieto è parimenti assurdo sia che si tratti delle une che delle altre (i cittadini che vogliono santificare le feste lo facciano, ma agli altri perchè dovrebbe essere impedito utilizzare il proprio tempo libero per fare ciò in cui credono?), ma è particolarmente sgradevole se si pensa che proprio nei due giorni in cui si celebra la lotta per i diritti (Festa della Liberazione e Primo Maggio), venga negato il diritto ad esercitarli (con il paradosso che secondo l'ordinanza, neanche i sindacati potrebbero fare propaganda durante il Primo Maggio), in nome di una non meglio precisata "opportunità".
La Turci chiude il suo mandato con un atto di arroganza istituzionale veramente di cattivo gusto, speriamo che anche per questo i novesi vogliano liberarsene, il 6 e 7  maggio prossimi.