martedì 12 febbraio 2013

I paranoici dell'emergenza neve, un "peana" per il Sindaco Campedelli

Credo che non mi si possa certo accusare di particolari "collateralismi" alla giunta Campedelli, ma se c'è una cosa che mi pare particolarmente ridicola è vedere comparire sui social network e nei commenti in giro, le solite litanie sulle strade ghiacciate, ad ogni nevicata.

La neve crea disagi, credere che esista un'amministrazione, di qualsiasi colore, che possa risolverli prima ancora che cada, è di un infantilismo imbarazzante, in più ad ogni evento più o meno naturale, se si dovesse dar credito a questo tipo di reazioni, tutti gli amministratori sarebbero in uno stato costante di paranoia (se chiudi le scuole se non le chiudi, farai sempre e comunque la scelta sbagliata, tanto per dirne una...) .

Diamoci una calmata, usiamo la testa se proprio dobbiamo prendere l'auto, per tutto il resto, arrendiamoci al fatto che è il nostro sistema di mobilità ad essere incompatibile con la neve (ma è un problema che va ben più in là della pretesa che ai primi fiocchi, ci siano divisione corrazzate di spalaneve in giro per la città).

E per questa nevicata in particolare, ogni piagnisteo e isterismo mi pare particolarmente fuori luogo (e in ogni caso, per lamentarsi con il Sindaco, non mancano certo altri argomenti...)