domenica 17 marzo 2013

Oggi ho fatto una cosa da elettore "attivo" del M5S

Piccolo gesto, che moltiplicato per 8 milioni di elettori circa del M5S forse sarebbe un primo passo di partecipazione vera (mentre non si vedono all'orizzonte i famosi strumenti per votare direttamente le proposte dei nostri rappresentanti alle camere).
Io ho scritto ad una delle senatrici che ho contribuito ad eleggere con il mio voto nella mia regione (una persona per la quale avrei speso volentieri il mio voto di preferenza, se avessimo una legge elettorale decente), per dirle molto brevemente ed educatamente come la penso.
Così, tanto per ricordarle (ma credo non ne avesse bisogno) e ricordarci cosa vuol dire "elettorato attivo" e augurarle buon lavoro.