martedì 21 gennaio 2014

A Carpi serve un'alternativa!

L’incontro di ieri sera mi ha sinceramente stupito.
Un’iniziativa partita come il rovello personale di un singolo, comunicata solo su un blog, una pagina facebook e un paio di messaggi  in mailing list, ieri sera ha riunito una quarantina di persone.
Alla domanda “a Carpi serve un’alternativa?” la stragrande maggioranza dei partecipanti, partendo da punti di vista, esperienze e percorsi diversi ha risposto sì.
Non è poco e non era scontato, ma ora viene  la parte difficile.

Se l’alternativa alla situazione politica data e che ho cercato di descrivere in questo blog in preparazione di quest’incontro, serve, perché questa si realizzi è necessario  che le si dia corpo, mettendoci la testa per concretizzare valori e idee che ci accomunano in proposte realizzabili da un comune, mettendoci le gambe e le braccia per farle circolare in città, mettendoci apertamente la faccia per sostenerle in pubblico, esponendosi in prima persona per far capire che se si sente l’esigenza di un cambiamento, bisogna avere il coraggio di uscire allo scoperto per costruirlo, questo cambiamento, perché dipende solo da noi.

Abbiamo chiuso l’incontro, trasformando quella che è stata l’iniziativa di un singolo in un percorso collettivo e condiviso.
Ci siamo presi qualche giorno per chiarire a noi stessi  motivazioni e disponibilità e ci siamo dati appuntamento per il 27  gennaio (la sede la confermeremo fra pochissimo).

Anche il prossimo incontro sarà aperto a tutti coloro che vogliono partecipare ad un’iniziativa civica, a tutela dei Beni Comuni di questo territorio (ambiente, servizi pubblici locali, lavoro), per nuovi strumenti di partecipazione nella gestione della macchina comunale.

Ieri sera abbiamo tolto un punto interrogativo ad una domanda, ora se ne aprono molti altri che sono altrettante opportunità per immaginare il nostro futuro per Carpi, partendo dalle idee e dai contenuti, prima di preoccuparsi di candidature e schieramenti.
Siamo pronti a condividere il percorso con le forze che sostengano i nostri stessi temi e, per quanto mi riguarda, credo che non dovremo, fino all’ultimo minuto prima della chiusura delle liste elettorali, smettere di invitare le persone  e gli attivisti di altre forze politiche a creare un percorso comune.
In questo senso, l’invito che ci è arrivato ieri sera da parte degli attivisti del  Movimento 5 Stelle di Carpi per un confronto a tutto campo sulle prossime amministrative,  credo sia un segnale positivo importante, perchè aldilà dei percorsi che ognuno di noi sceglierà, credo sia necessario riconoscere il proprio impegno reciproco su temi comuni per Carpi.


Sia come sia, se saremo all’altezza del compito e delle aspirazioni di rinnovamento che abbiamo espresso ieri sera, le risposte che sapremo darci, confrontandoci fra noi e con il resto della città, saranno l’ossatura di una proposta nuova e alternativa per Carpi, i cui esiti, come ieri sera, potrebbero, ancora una volta, stupirci.