sabato 12 aprile 2014

234 milioni di soldi pubblici in asfalto (e sono solo i primi)

Ieri mattina sulla prima pagina della Gazzetta di Carpi campeggiavano due titoli che rappresentano perfettamente il "non senso" delle politiche a guida PD di provincia, regione e governo.
"Bretella, via libera definitivo" (parliamo della Bretella Campogalliano - Sassuolo)

"L'ambiente: a Modena soffre per aria e auto"

Allora, mentre i solerti amministratori del PD si avvicinano alle amministrative concionando di consumo zero del territorio e mobilità sostenibile, qualcuno dovrebbe spiegarmi la coerenza fra lo spendere 234 milioni di risorse pubbliche (più quelle previste dall'ATI privata, che al suo interno vede le società che campano sulle concessioni pubbliche dell'autostrada Brennero, cioè comunque con il servizio che noi paghiamo), qualcuno mi dovrebbe spiegare come si coniuga la decisione di aumentare le corsie dell'autostrada del Brennero, la costruzione di nuovi tratti sul territorio provinciale e regionale (vedi anche Cispadana), con l'impiego di centinaia di milioni di soldi pubblici, e l'impegno, appunto a parole, a favore di una nuova mobilità sostenibile e a non asfaltare migliaia di ettari di terreno agricolo.

Mentre da almeno quattro campagne elettorali si vagheggia della "metropolitana leggera" per Carpi-Modena (che invece rimane una sfigatissima linea ferroviaria a binario unico e con treni che vengono soppressi a sorpresa) e di intermodalità sullo scalo di Marzaglia, le risorse pubbliche vanno a finire su asfalto e trasporto su gomma, per altro sulla base di un progetto vecchio di venti anni e con flussi di traffico radicalmente modificati (l'altro problema di vincolare risorse sull'asfalto: una volta fatte, l'asfalto risulta poco "flessibile" come investimento).

Così, entusiasti cittadini partecipano ai gruppi di lavoro del PD ambiente e sostenibilità del partitone in ogni comune, intanto qualcuno, più in alto di loro, sta preparando le prossime colate di asfalto per aumentare l'uso del trasporto su gomma.
Sostenere il PD a livello comunale, significa sostenere questo sistema a livello provinciale, regionale e nazionale, nel caso non si fosse capito.

Nuova mobilità sostenible... bla
Ambiente... bla bla
Coerenza... bla bla bla

(L'immagine è rubata al blog di Marco Boschini)