sabato 1 agosto 2015

Il discorso di Gisy al parlamento tedesco: qualche buon spunto di riflessione per i "lanzichenecchi" del PSE

SPD, LInke e Verdi in realtà alle ultime elezioni avrebbero avuto la maggioranza, ma c'è il problema di una sorta di "Conventio ad escludendum" (i più vecchi riconosceranno la citazione) che di fatto da due legislature spinge la SPD alle "grande coalizione" con il centrodestra e lo stesso fa il PSE in Europa. 
Le alternative ci sono, ci sono sempre state, il punto è che ai partiti del centrosinistra europeo, dagli anni 90 in poi, il mercato piace più delle persone e la socialdemocrazia è rimasta una bandiera vuota e priva di significato. 
Il discorso di Gysi in reltà è un grosso allarme: la cecità dei partiti che una volta furono la sinistra, la loro totale sudditanza ideologica al pensiero unico del liberismo (praltro farlocco, essendo il "liberismo" solo per alcuni) rischia di essere la prima minaccia per il sogno dell'Europa unita (ma quella dei popoli, non dei mercati).